Uso dell’auto di proprietà dei dipendenti e degli amministratori per trasferte di lavoro fuori dal comune di sede – Come gestire i rimborsi a piè di lista

Uso dell’auto di proprietà dei dipendenti e degli amministratori per trasferte di lavoro fuori dal comune di sede – Come gestire i rimborsi a piè di lista

cedolino paga - metodi di calcolo, lavoro, Senza categoria
Rimborso a piè di lista  Tabelle ACI (da utilizzare in caso di autoveicolo di proprietà del dipendente/amministratore utilizzato per trasferte fuori dal comune ove ha sede il datore di lavoro) utilizzare il seguente link dell'Aci (il programma fornito dall'Aci richiede di indicare la marca ed il modello dell'autovettura. Una volta inseriti i dati, chiedere il calcolo e stampare il documento in quanto sarà utile per l'anno in corso in cui è stato richiesto. Il costo chilometrico è suddiviso in un range di chilometri (5.000, 10.000, ecc...) per cui: si può applicare fin dall'inizio lo scaglione di chilometri che si prevede di percorrere nel corso dell'anno solare utilizzando il valore e moltiplicandolo per ciascun mese per i chilometri percorsi si può applicare il primo scaglione di chilometri (5.000) utilizzando questo valore…
Read More

Anomalie riscontrate nell’emissione della fattura elettronica

Senza categoria
Buongiorno, da un controllo eseguito sulle fatture elettroniche che avete emesso abbiamo rilevato che la/le seguente/i fatture, emesse in esenzione di imposta, presentano le seguenti irregolarità: Mancata indicazione del protocollo della lettera di intento ricevuta prima dell’emissione della fattura (i) Mancato inserimento della marca da bollo da 2 euro (ii) Allorché il Cliente richieda l’emissione di fattura senza applicazione dell’Iva e invii all’Agenzia delle Entrate una comunicazione denominata “Dichiarazione di Intento” e Vi comunica il numero di protocollo (prima parte 17 cifre) ed il progressivo (seconda parte 6 cifre), prima di emettere il documento, occorre: Verificare nel proprio cassetto fiscale l’esistenza della lettera di intento Indicare nel corpo della fattura elettronica il numero di protocollo ed il progressivo attribuito alla dichiarazione Allorché l’importo della fattura sia superiore ad € 77,47…
Read More
Il credito di imposta per adeguamento ambienti di lavoro, sanificazione e acquisto dispositivi di protezione

Il credito di imposta per adeguamento ambienti di lavoro, sanificazione e acquisto dispositivi di protezione

Senza categoria
Circolare 20/E Art. 125 34/20 PremessaL'articolo 125 del D.L. 34/2020 prevede, per le aziende, la concessione di un credito di imposta pari al 60% (con il limite di € 60.000,00) per le spese affrontate per la sanificazione degli ambienti di lavoro e l'acquisto di dispositivi di protezione individuale ed altri costi analoghi stanziando l'importo di  200 milioni di euro.In cosa consiste il beneficio:Il credito di imposta consente di creare un valore da poter utilizzare con in compensazione con qualsiasi futuro debito di imposta o contributivo dovuto.Termine di presentazioneLa domanda (telematica) è da presentare entro il 7 settembre 2020Spese che godono del beneficioLe spese che sono oggetto del beneficio sono di due tipi:per la sanificazione degli ambiente e comprendei costi di sanificazione dei locali pagati alle aziende specializzatei costi di sanificazione…
Read More
Le Best Practices dello studio

Le Best Practices dello studio

Senza categoria
Per poter svolgere correttamente un servizio occorre avere alcune regole di comportamento in modo che le attese reciproche (del Cliente e dello studio) siano funzionanti...... In questa (importante) sezione troverete dei brevi articoli relativi soprattutto allo scambio delle informazioni: Vi invitiamo a leggerli con attenzione e a consultarli in caso di dubbio o di necessità: [pt_view id="974cd0bz0a"]
Read More
1^ luglio 2020 – il rinnovo della domanda per gli Assegni Nucleo Familiare

1^ luglio 2020 – il rinnovo della domanda per gli Assegni Nucleo Familiare

Senza categoria
Si ricorda al Personale dipendente delle aziende Clienti dello studio che il 30 giugno 2020 scadono le autorizzazioni al pagamento degli assegni per nucleo familiare relativi al periodo 2019/2020. A decorrere dall'anno scorso le domande per ottenere l'assegno non devono più essere presentate al datore di lavoro ma all'Inps con una delle seguenti modalità: utilizzando direttamente il PIN del cassetto previdenziale attraverso domanda da rivolgere al datore di lavoro (se gestita dallo studio il servizio è a pagamento) incaricando un CAF dipendenti Una volta presentata la domanda il lavoratore riceverà comunicazione dell'avvenuta accettazione che dovrà comunicare al datore di lavoro: lo studio provvederà per conto di quest'ultimo a scaricare la comunicazione e ad inserire l'importo dell'assegno (e degli eventuali arretrati) a partire dalla prima emissione utile del cedolino paga. Per…
Read More

Archivio delle Ultima ora

Senza categoria
15.04.2020: al via le domande per il finanziamento Cura Italia di 25.000,00 € 13.05.2020: 11:21 FSBA non disponibili dati divisione CIG dipendenti 14.04.2020: Bonus 600,00 di marzo € artigiani/commercianti in pagamento questa settimana 14.04.2020: Clienti Tandem - aggiornare con urgenza la contabilità di marzo per verifica sospensione dei pagamenti 14.04.2020: Notifiche a mezzo raccomandata bloccate in posta fino al 30.04.2020 08.04.2020 10:00 Il prestito di € 25.000,00 € per le piccole imprese con tasso interesse del 1,2% 05.04.2020 circolare 8/2020 credito di imposta 60% per affitti di botteghe e negozi - il credito matura dal pagamento dell'affitto 05.04.2020 circolare AdE 8/2020 modelli Intrastat di febbraio prorogati al 20.06.2020 05.04.2020 circolare AdE 8/2020: le fatture elettroniche si devono sempre emettere 03.04.2020 14:23 - FSBA e domande CIG - PROROGA AUTOMATICA -…
Read More
Scontrini telematici e buoni pasto

Scontrini telematici e buoni pasto

registratore telematico, Senza categoria
Buoni pasto Nell'ipotesi di pagamento tramite l'utilizzo dei buoni pasto, alla ricezione del ticket il commerciante è tenuto a: memorizzare il corrispettivo in tutto o in parte non riscosso; emettere il documento commerciale. Fino al 30 giugno 2020 è prevista la trasmissione di un ammontare dei corrispettivi comprensivo anche degli importi dei resi, degli annulli, dei corrispettivi non riscossi collegati a ticket restaurant ecc... A decorrere dal 1° luglio 2020 i dati dei corrispettivi giornalieri trasmessi riporteranno elementi informativi di maggior dettaglio finalizzati a valorizzare la peculiarità delle menzionate casistiche. Pertanto, per le operazioni effettuate sino al 30 giugno 2020, l'Agenzia delle entrate, in sede di controllo, valuterà il fatto che eventuali disallineamenti tra dati trasmessi e liquidazioni periodiche eseguite possano essere dovuti alle citate fattispecie.
Read More

La delega del cassetto fiscale allo studio

Senza categoria
Lo studio richiede alla clientela il rilascio della delega alla consultazione del cassetto fiscale per poter controllare che gli adempimenti fiscali siano correttamente svolti.La delega viene rilasciata dal cliente con le seguenti modalità:lo studio pubblica su Webdesk la delega che il cliente deve stampare firmare e restituire con le consuete modalità (allegato email, pubblicazione su webdesk)lo studio provvede ad inoltrare all'Agenzia delle Entrate la richiesta telematica e consegna al cliente copia della ricevutal'Agenzia delle Entrate invia al cliente, all'indirizzo di residenza a mezzo posta ordinaria, una busta contenente un codice di autorizzazioneil cliente comunica allo studio il codice di autorizzazione; nel caso in cui non sia recapitata la busta entro due settimane dall'invio telematico sarà cura del cliente presentarsi presso uno sportello dell'Agenzia recando con sé copia dell'avvenuto invio telematico…
Read More

La remissione del debito (art. 1236 e ss. C.C.) e la normativa fiscale

Senza categoria
Il nuovo art. 101 TUIR consente di dedurre le perdite su crediti inesigibili di importo inferiore a 5.000 euro, per le grandi imprese, e 2.500, per le altre imprese; condizione necessaria è che i crediti siano scaduti da almeno 6 mesi. Particolare attenzione deve essere quindi prestata nella rilevazione delle imposte anticipate e degli eventuali fondi svalutazione stanziati.L’art. 101, comma 5, TUIR è stato modificato, dapprima, dal D.L. n. 83/2012, successivamente dalla legge di Stabilità 2014. Una delle novità più interessanti è rappresentata dalla possibilità di dedurre perdite su crediti di modesto importo, senza dover rispettare vincoli particolarmente stringenti.Con la nota operativa n. 9 del 2014, l’Accademia Romana di Ragioneria evidenzia i principali aspetti fiscali e contabili, relativi alla deducibilità delle perdite su crediti di modesto importo.Deducibilità delle perdite su crediti…
Read More